Aek Atene-Veria esulta col saluto nazista: squalificato a vita dalla Nazionale

Mar 18, 2013
Aek Atene-Veria esulta col saluto nazista: squalificato a vita dalla Nazionale

Giorgos Katidis, centrocampista ventenne dell'Aek Atene, dopo aver realizzato il gol del 2-1 nella partita di campionato contro il Veria, esulta col saluto nazista.

Aek-Athen-Veria

E’ il minuto 84 di una “normale” partita di serie A del campionato greco. La partita in questione è Aek Atene-Veria. Il centrocampista greco dell’Aek, Giorgos Katidis, dopo aver realizzato il gol del 2-1, decide di festeggiare la rete nel peggior modo possibile: corre sotto il settore occupato dai propri tifosi, si sfila la maglietta di gioco e si esibisce in un prolungato saluto nazista. Incredulità e sconcerto sono gli aggettivi che meglio descrivono le reazioni di chi era in campo e ha visto da vicino la folle esultanza del giovane centrocampista greco.

Immediate le scuse apparse subito dopo il match sul profilo twitter del giocatore, che si è giustificato dicendo di non sapere che cosa significasse quel gesto. Scuse che, ovviamente, non sono state accettate dalla federazione greca. Esemplare la punizione inflittagli: Katidis è stato, infatti, squalificato a vita da tutte le selezioni, per aver offeso le vittime del nazismo e aver violato i valori del calcio. La condanna è categorica per il giovane calciatore greco (in passato anche capitano della selezione ellenica Under 19), ma non è finita qui: adesso la palla passa agli organi disciplinari competenti. Può andare incontro a pesanti conseguenze disciplinari.

Cosa ne pensi di "Aek Atene-Veria esulta col saluto nazista: squalificato a vita dalla Nazionale"?