Edizione di martedì 19 giugno 2018 | Home - Redazione - Disclaimer - Cookie Policy e Privacy Policy

Asteroide Toutatis, tutti con gli occhi al cielo

Tutti con il naso all’insù, con gli occhi puntati verso il cielo per assistere ad uno spettacolo a dir poco eccezionale. Nella notte tra stasera, 11 dicembre, e domani, 12 dicembre, è previsto, infatti, il passaggio dell’asteroide Toutatis, che sarà accompagnato anche da due asteroidi più piccoli, ovvero 2012 XE54, 36 metri di diametro, e 2009 BS5, 15 metri di diametro. Questo straordinario evento sarà visibile dalla Terra, poiché il passaggio del corpo celeste avverrà ad una distanza di sicurezza di 6,9 milioni di chilometri dal nostro pianeta.

L’esperto astrofisico Gianluca Masi, curatore del Planetario di Roma e responsabile del Virtual Telescope, a proposito di ciò, rassicura i più preoccupati:  “Non vi è alcun pericolo di impatto con il nostro pianeta”. L’asteroide, dal nome celtico ad indicare la divinità della guerra, della fertilità e della ricchezza, sarà visibile dalla Terra durante l’intera notte di stasera, ma raggiungerà la minima distanza, e quindi sarà meglio visibile, alle ore 7,40 di domani mattina. Il corpo celeste, il cui lato maggiore misura circa 5 chilometri, sarà visibile anche con piccoli telescopi. Masi, osserva poi: “ I giorni migliori per le osservazioni, saranno oggi 11 dicembre e sicuramente anche nei prossimi giorni, dato che sono le prime fasi di allontanamento. In questi giorni l’oggetto apparirà ancora più luminoso grazie alla posizione relativa fra asteroide, Sole e Terra”.

I curiosi osservatori potranno vedere l’asteroide Toutatis puntando il proprio telescopio verso sud, in direzione delle costellazioni dei Pesci e della Balena. Fino a qualche tempo fa, spiega ancora Masi, Toutatis sembrava una possibile minaccia per il nostro pianeta, ma la scienza ha dimostrato la falsità di questa ipotesi, poiché il corpo celeste attratto dalla forza gravitazionale di Giove sta, lentamente, allargando la sua orbita.