Bando concorso INPS 2018: via alle domande

Bando concorso INPS 2018: via alle domande

Iniziano i concorsi dell’INPS che nel 2018 porteranno all’assunzione di 1.000 nuovi lavoratori a tempo indeterminato. Aprono la strada i funzionari analisti di processo e consulenti professionali, area C e posizione economica C1. La qualifica, secondo quanto previsto dal CCNL economico, corrisponde ad uno stipendio base annuo […]

Iniziano i concorsi dell’INPS che nel 2018 porteranno all’assunzione di 1.000 nuovi lavoratori a tempo indeterminato. Aprono la strada i funzionari analisti di processo e consulenti professionali, area C e posizione economica C1. La qualifica, secondo quanto previsto dal CCNL economico, corrisponde ad uno stipendio base annuo di circa 21.000 euro lordi.

L’invio delle domande dovrà essere effettuato esclusivamente tramite la piattaforma del sito web dell’INPS, utilizzando PIN Inps, SPID o CNS. Si ha tempo per inoltrare la propria candidatura sino alle ore 16 del 27 dicembre 2017. La domanda dovrà essere poi stampata e portata con sé al momento delle prove di selezione.

Requisiti concorso funzionari Inps: a chi è rivolto

Anzitutto il concorso è riservato a candidati in possesso di laurea magistrale o specialistica, o laurea quadriennale del vecchio ordinamento, afferente ai settori di finanza, ingegneria gestionale, scienze dell’amministrazione, giurisprudenza, scienze statistiche, sociologia o scienze economico-aziendali.

Bisognerà certificare la propria competenza nella lingua inglese tramite attestato di livello almeno B2; contrariamente al concorso per cancellieri, in cui le abilità linguistiche sono state valutate in sede d’esame, per partecipare al concorso INPS è obbligatorio possedere un documento ufficiale rilasciato da enti riconosciuti dal MIUR.

Si dovrà inoltre essere in possesso della cittadinanza italiana o di altro Paese dell’UE, godere dei diritti civili e politici, non essere stato licenziato o destituito da altro impiego nella pubblica amministrazione, non aver riportato condanne penali ed essere fisicamente idonei al lavoro.

Prove concorso INPS

La prima prova è scritta e in 30 domande a risposta multipla su cultura generale, quiz psico-attitudinali, di logica e tesi ad accertare competenze linguistiche e informatiche.

Con un punteggio pari o superiore a21/30 si accede alla seconda prova scritta, questa volta più mirata. Saranno infatti oggetto di selezione discipline tecnico-professionali quali bilancio, diritto civile, elementi di matematica e statistica, scienze delle finanze.

Anche in questo secondo caso, con un punteggio di almeno 21/30 si è ammessi alla terza prova, che consiste in un orale sulle stesse materie della seconda prova scritta.

I 365 vincitori verranno assunti a tempo indeterminato, e inizieranno con un periodo di prova di 4 mesi a seguito del quale ci sarà una valutazione di idoneità finale.

 

 

 

 

Cosa ne pensi di "Bando concorso INPS 2018: via alle domande"?