Barcellona e il sogno “remuntada”: come andrà a finire?

Mar 11, 2013
Barcellona e il sogno “remuntada”: come andrà a finire?

Tutto pronto per la super-sfida di domani sera al Camp Nou: i giornali lanciano slogan, su twitter i "cinguettii" si sprecano, e la squadra sembra pronta per l'impresa, quella che non riuscì contro l'Inter di Mourinho nel 2010.

barcellona-milan

A Barcellona sono già con la testa al fischio d’inizio di domani sera: 90′ dividono il Barça dalla possibile “remuntada” contro il Milan; gli stessi 90′ che separano la squadra di Allegri da una possibile, quanto storica qualificazione ai quarti contro la squadra più vincente degli ultimi anni e, a detta di molti, una delle più belle di sempre.

In città sono in molti a credere che finirà in modo diverso rispetto al 2010, anche se non ci sarà nessuna “accoglienza notturna” nei confronti dei giocatori del Milan (quelli dell’Inter furono accolti da una “pentolata” per interrompere il loro sonno notturno). I tifosi sono fiduciosi perché all’andata il Milan ha fatto la partita perfetta, perché Messi gioca per loro e non contro, perché il Camp Nou ha un rettangolo di gioco più grande, più largo e con l’erba molto più curata rispetto a quella del Meazza.

Anche i giocatori esprimono fiducia in vista della possibile rimonta: Xavi, il totem di questo Barça, lancia da giorni messaggi tattico-istituzionali. Proprio il centrocampista spagnolo è pienamente recuperato dopo il guaio accusato contro il Real Madrid lo scorso 26 febbraio; accanto a lui dovrebbero agire Iniesta e Busquets. L’unico punto interrogativo riguarda l’attacco: accanto a Messi e Pedro, dovrebbe giocare Villa e non Fabregas, in calo nelle ultime uscite e anche fischiato dal pubblico del Camp Nou. In difesa, spazio ai soliti quattro: Dani Alves, Puyol, Piqué e Jordi Alba.

Vota questo articolo!

Cosa ne pensi di "Barcellona e il sogno “remuntada”: come andrà a finire?"?