Come scegliere una banca sicura: cosa imparare dall’attacco hacker Unicredit

Lug 29, 2017
By
Come scegliere una banca sicura: cosa imparare dall’attacco hacker Unicredit

L'attacco hacker a Unicredit fa tornare in mente l'interrogativo sul come scegliere una banca sicura.

Qualche giorno fa si è diffusa in rete e sui telegiornali la notizia dell’attacco hacker ad Unicredit. Sembra che gli hacker abbiano avuto accesso ai dati personali e privati di 400.000 italiani, ma per fortuna solo ed esclusivamente alla sezione dei prestiti personali Unicredit.

Nessun dato di accesso ai conti correnti bancari o ai conti di deposito sarebbe stato condiviso, quindi di conseguenza non ci sono state transazioni non autorizzate, e sembra che i soldi degli italiani sono al sicuro.

Sarebbero due gli attacchi subiti dalla banca: il primo tra settembre ed ottobre 2016, il secondo tra giugno e luglio 2017.

A questo punto una delle domande più importanti cui trovare una risposta è “come trovare una banca sicura“?

Come trovare una banca sicura

Controllate il patrimonio di vigilanza. Si tratta del requisito più complesso e tecnico da mettere in pratica, ma d’altra parte è anche il più importante tra tutti dato che permette di capire e definire in maniera chiara e precisa il rischio bancario di un istituto di credito perché consente di capire il rapporto tra investimenti e patrimonio.

In maniera particolare stiamo parlando del Core Tier 1 Ratio, cioè del patrimonio di base dell’istituto di credito.

Dopo gli accordi di Basilea 3 è entrato in vigore un nuovo coefficiente noto come CET1 Ratio (ovvero Core Equity Tier 1 Ratio).

Andamento delle azioni. Altro parametro per valutare la sicurezza di una banca è valutare l’andamento delle azioni bancarie. Solitamente il prezzo del titolo azionario riflette la sicurezza e la tranquillità che gli operatori “sentono” e percepiscono attorno ad un’azienda.

Più è sicura una banca, migliore è l’andamento del titolo bancario.

Seguire l’andamento di un’azione, pertanto, ci permette di capire se una banca potrebbe essere più o meno a rischio, secondo gli investitori. Se si nota un titolo in salita, può essere un’opzione interessante, se invece ci sono dei crolli, allora è meglio stare attenti.

Le notizie. Per cercare di capire se una banca è sicura o meno si può cercare di essere sempre aggiornati sulle notizie relative ad un istituto di credito. D’altra parte, questo metodo non è scientifico né sicuro al 100%, nonostante questo è quello alla portata di tutti.

Come suggerito da Rischio Calcolato, non c’è mai stato nessun fallimento bancario che non abbia avuto, nei mesi prima, notizie importanti e clamorose sulla banca stessa, a partire da Banca Marche, l’Etruria e fino alla Lehman Brothers.

Vota questo articolo!

Cosa ne pensi di "Come scegliere una banca sicura: cosa imparare dall’attacco hacker Unicredit"?