Costa Concordia, ecco la conclusione delle indagini

Dic 23, 2012
Costa Concordia, ecco la conclusione delle indagini

La magistratura è arrivata alla conclusione delle indagini per quanto riguarda il naufragio della nave da Crociera Costa Concordia.

costa-concordia

Dopo diversi mesi i magistrati sono arrivati ad una conclusione delle indagini relative all’affondamento della nave da crociera Costa Concordia, che lo scorso 13 gennaio ha toccato uno scoglio di fronte all’isola del Giglio e si è “accasciata” da un lato. Oltre al capitano della nave, Francesco Schettino, accusato di omicidio plurimo colposo e naufragio in concorso, è ricercato anche il timoniere Jacob Rusli Bin, residente a Jakarta, Indonesia. Secondo le ricostruzioni fatte tramite la scatola nera della nave, infatti, Rusli avrebbe sbagliato due manovre fondamentali (forse per una cattiva comprensione dei comandi di Schettino a causa della differente lingua parlata dai due) che avrebbero portato questo “gigante dei mari” ad inabissarsi, provocando alla fine la morte di 32 persone, di cui 2 ancora disperse.

Non si riesce, come dicevamo, a trovare Rusli, considerando anche che non è tornata mai indietro la notifica della ricezione dell’avviso di garanzia. Nonostante questo ora la procura sta inviando l’avviso di conclusione delle indagini, anche se si teme che esso non verrà mai ricevuto dal diretto interessato. Per poter trovare l’uomo, nel frattempo, il nostro governo si è messo in contatto con l’Interpol.

Nel frattempo l’ex comandante del Concordia, Schettino, è stato “scaricato” dal giudice Leporatti, che non ha fatto sapere quali siano state le motivazioni che lo hanno portato a maturare questa decisione. Rimangono ancora in carica i giudici Pepe, Domenico e Francesco, e il civilista Rosario D’Orazio.

Video della Costa Concordia, così non l’avevamo mai vista

Una troupe americana ha girato, qualche tempo fa, un video inedito a bordo della Concordia, che ce la mostra da un’angolazione mai vista prima di oggi. Si tratta di un video girato usando anche dei droni con delle telecamere “indosso”, che sono riusciti ad entrare lì dove l’uomo non ha potuto.

Cosa ne pensi di "Costa Concordia, ecco la conclusione delle indagini"?