Edizione di sabato 21 luglio 2018 | Home - Redazione - Disclaimer - Cookie Policy e Privacy Policy

Disoccupazione record in italia, sono quasi 3 milioni quelli in cerca di lavoro

Con 2,9 milioni di disoccupati, in Italia, abbiamo raggiunto il massimo storico. Solo nell’ultimo trimestre la soglia di disoccupazione ha superato l’11% raggiungendo l’11,1%. A settembre si è verificato un rialzo di 0,3 punti e su base annua, invece, un rialzo di 2,3 punti. I dati, destagionalizzati e provvisori, che ci vengono forniti dall’Istat, mostrano il tasso più alto da gennaio 2004 e su base trimestrale, questo è il tasso più alto dal primo trimestre 1999.

A preoccupare ancora di più è l’aumento della disoccupazione giovanile che riguarda i giovani tra i 15 e i 24 anni. Il tasso registrato ad ottobre è stato del 36,5%, 0,6 punti in più rispetto al mese precedente ed è, anche questo, il tasso più alto registrato da gennaio 2004. In questa fascia di età, le persone in cerca di un’occupazione sono circa 639 mila. Su base trimestrale, invece, il tasso relativo a questo trimestre è aumentato del 6%, raggiungendo il 32% a fronte del 26% di partenza. I dati evidenziano poi che circa il 42% dei giovani non occupati sono donne, in particolare quelle delle zone dell’Italia meridionale.

Ad esprimere un suo giudizio su questa situazione è Pier Luigi Bersani, candidato alle primarie per il Pd, che dice: “La disoccupazione giovanile in Italia è impressionante. Se non diamo un minimo di sprint all’economia è inutile che ragioniamo su politiche specializzate. Io chiedo: siamo solo in recessione? Possiamo riprenderci? Bisogna convincerci che bisogna fare un minimo di politiche espansive, per andare oltre al rigore. Serve qualcosa d’altro”.