Edizione di venerdì 17 agosto 2018 | Home - Redazione - Disclaimer - Cookie Policy e Privacy Policy

Esterino Montino si ricandida a Fiumicino! Chi è e cosa ha fatto nel suo primo mandato da sindaco?

Esterino Montino ci riprova e va a caccia del suo secondo mandato da sindaco in quel di Fiumicino. La notizia è apparsa giorni fa sul profilo Instagram di Esterino Montino e poi è stata ripresa da tutti i principali giornali online locali.

A differenza di quanto si sia portati a credere, Fiumicino non è soltanto il nome della località ove sorge l’aeroporto internazionale della capitale: è anche un Comune che conta quasi 80mila abitanti e che si estende sul litorale laziale. Esterino Montino ne sarà il sindaco fino al prossimo 10 giugno (è in carica dal 10 giugno 2013) e sta già lavorando al programma elettorale da mettere in pratica in caso di riconferma per il prossimo quinquennio.

Ma procediamo con ordine. Chi è Esterino Montino? Cos’ha fatto nel suo primo mandato da sindaco? Montino è stato un sindacalista, salvo poi approdare alla carriera politica che ha onorato ricoprendo vari ruoli, tra cui anche quello di Senatore, militando tra le fila dei Democratici di Sinistra, dell’Ulivo poi, fino ad approdare al Partito Democratico. In ultimo, nel 2013 ha ottenuto la poltrona di primo cittadino di Fiumicino.

Molteplici sono stati i risultati raggiunti da Esterino Montino come sindaco, ovviamente anche grazie all’appoggio ricevuto da tutta la Giunta ed il Consiglio Comunale. Nel programma politico presentato cinque anni fa è stato da subito chiarificato il suo intento di voler rendere il Comune di Fiumicino più vivibile e sicuro. Vediamo di seguito che risultati ha raggiunto in cinque anni di lavoro.

I punti di forza della politica del sindaco sono stati quelli di dedicarsi in primis alla sua gente ed alle questioni sociali che meritavano la massima attenzione:

  • Le scuole: gli istituti scolastici fatiscenti di Fiumicino hanno spinto Montino a chiedere aiuto a Virginia Raggi (alla quale ha scritto una lettera), al fine di cercare di intervenire per migliorare le strutture usate dai giovani;
  • Le donne: il sindaco di Fiumicino ha sostenuto tutte le donne vittime di violenza e ha favorito l’apertura di un’associazione in loro favore;
  • La lotta per le unioni civili: il sindaco ha sostenuto la lotta per il riconoscimento delle unioni civili tra persone dello stesso sesso, sancito dalla legge proposta da Monica Cirinnà, che non è soltanto una compagna di partito di Esterino Montino ma ne è anche la moglie;
  • Gli animali: da grande estimatore della natura e degli animali qual è, nel 2016 Montino ha iniziato una dura battaglia per impedire ai circhi di sfruttare gli animali nelle le loro esibizioni.

In ultimo, non bisogna dimenticare che a lui si deve l’inizio di una campagna condotta con il Comune di Roma per avere un migliore sistema di smaltimento dei rifiuti: in quell’occasione Montino dichiarò, nello specifico, che Fiumicino non è la discarica di Roma; tutto questo per tutelare la zona dall’inquinamento sempre crescente e renderla maggiormente vivibile agli occhi del cittadino. Il 2 gennaio del 2017 Montino ha inoltre inaugurato il viadotto che sta sorgendo al posto del famoso Ponte del 2 giugno.

Dunque, Montino si ricandida, basteranno i risultati raggiunti in questi anni a convincere gli abitanti di Fiumicino a dargli l’opportunità di governare altri 5 anni per poter portare a termine il suo programma elettorale?