Edizione di mercoledì 19 dicembre 2018 | Home - Redazione - Disclaimer - Cookie Policy e Privacy Policy

Investire in biotecnologie: arriva CRISPR

Il 2018 si apre a interessanti comparti all’interno dei mercati finanziari: se in questi giorni c’è stata una fuga dal trading coi Bitcoin, altri campi si stanno rivelando particolarmente fruttiferi.

Abbiamo già segnalato le opportunità di guadagno dal settore dell’elettronica, ma vediamo adesso come trarre profitto dalle biotecnologie, in particolare dalle nuove frontiere del CRISPR.

CRISPR è l’acronimo di  Clustered Regularly Interspaced Short Palindromic Repeats (brevi ripetizioni palindrome raggruppate e separate a intervalli regolari), e consiste in una tecnologia in grado di modificare il DNA. Ciò significa che la ricerca in questo settore potrebbe portare a sconfiggere malattie genetiche, e addirittura cambiare le caratteristiche fisiche di un individuo.

Si tratta di un comparto in crescita, che come si intuisce potrebbe davvero rivoluzionare il mondo. Proprio per questo motivo, il CRISPR sta suscitando l’attenzione della finanza, delineandosi come un ottimo investimento a lungo termine.

Chiaramente non è semplice decidere dove puntare, e non è così scontato avere familiarità con il biotech. Mischiare scienza e finanza potrebbe creare confusione, ma niente paura. eToro, famosa piattaforma di trading, ha ideato CRISPR CopyFund, un portafogli di investimento tematico a lungo termine che viene costantemente aggiornato da un team di esperti.

Azioni biotech: dove puntare

Il CRISPR CopyFund è quindi un wallet già diversificato che riunisce molte aziende farmaceutiche e sanitarie già quotate in borsa. Presenta inoltre società di ricerca e di costruzione di dispositivi medici volti ai test di questa nuova tecnologia.

Il gene editing sembra avere il potenziale adatto per avere un impatto positivo nel mondo della finanza. Tra le società presenti nel CRISPR CopyFund segnaliamo Sangamo Therapeutics, impegnata soprattutto nella ricerca contro l’HIV, e Editas Medicine, azienda che sta per testare clinicamente il CRISPR allo scopo di curare una rara patologia (l’amaurosi congenita di Leber) che causa cecità.

I CopyFund sono strumenti finanziari semplici da utilizzare, soprattutto perché vengono riequilibrati e bilanciati a cadenza regolare per offrire agli investitori solo le azioni più vantaggiose. Un dato su tutti può chiarire quanto sia fruttuoso investire nel CRISPR CopyFund: nel 2017 i rendimenti sono stati superiori al 40% e, considerando che la tecnologia fa sempre passi avanti, è verosimile che anche questo 2018 possa regalare grandi  soddisfazioni.