Juventus, Buffon: “Il 2012 è stato un anno da ricordare”

Gen 1, 2013
Juventus, Buffon: “Il 2012 è stato un anno da ricordare”

Secondo le parole di Buffon, giocatore simbolo dei bianconeri dopo la partenza di Del Piero, il 2012 "è stato un anno da ricordare".

buffon

Quello che è appena terminato è stato sicuramente un anno memorabile per la Juventus. La società bianconera è tornata a vincere il campionato dopo molti anni e soprattutto dopo la famosa “Calciopoli” che ha segnato in maniera indelebile la storia bianconera. All’inizio della passata stagione a Torino si è deciso di ripartire da zero e di cercare di aprire un ciclo nuovo e per far questo ci si è affidati ad Antonio Conte. L’allenatore pugliese, insieme ad un gruppo rinnovato di giocatori, ha prima conteso con successo il Tricolore al Milan ed ora sta dominando anche il torneo di serie A di quest’anno.

Partito, in direzione Australia, anche capitan Del Piero il giocatore simbolo della Juve è diventato Buffon. Il numero uno della Nazionale rappresenta la continuità tra il passato ed il presente ed è ormai da tempo uno degli idoli indiscussi della tifoseria bianconera dato che è stato, uno dei pochi, a non abbandonare la Vecchia Signora anche in serie B.

Buffon, in un’intervista concessa a “Sport Mediaset” ha parlato del suo 2012. Ecco le sue parole: “Il 2012 è stato un anno ricco di soddisfazioni sportive, personali e non, una di quelle annate che ricorderò per tanto tempo. Dopo due settimi posti consecutivi, abbiamo realmente sorpreso anche noi stessi e fatto qualcosa di memorabile. Frutto del lavoro, del sudore e con la fortuna di essere guidati da un grandissimo allenatore”.

Cosa ne pensi di "Juventus, Buffon: “Il 2012 è stato un anno da ricordare”"?