Edizione di mercoledì 18 luglio 2018 | Home - Redazione - Disclaimer - Cookie Policy e Privacy Policy

Lavori usuranti, pensione anticipata? Ecco chi potrebbe beneficiarne

La riforma delle pensioni voluta da Renzi potrebbe portare ottime novità per chi svolge lavori usuranti: per alcune categorie è prevista la pensione anticipata. Secondo quanto dichiara il Governo, già nel 2017 75mila lavoratori andranno in pensione anticipatamente.  Non solo: oltre a questa misura, nella legge di Bilancio dovrebbero essere disposte altre agevolazioni: aumento della Qattordicesima, estensione no tax area e l’ottava salvaguardia per i lavoratori esodati.  Ma quali sono questi “lavori usuranti”: scopriamo insieme le varie categorie beneficiarie delle disposizioni previste dall’art.38 della Legge di Bilancio.

Lavori usuranti pensione anticipata: ecco chi ne può beneficiare

Saranno proprio gli addetti ai lavoratori usuranti i beneficiari principali della riforma delle pensioni, ma quali saranno le categorie a rientrare in questa definizione? Abbiamo quattro categorie:

  1. Lavoratori che svolgono mansioni usuranti ex art. 2 del decreto del Ministero del lavoro del 1999: lavori svolti in gallerie, cave o miniere, ma non solo. Pensiamo alle attività di asportazione dell’amianto o quelle svolte ad alte temperature.
  2. Lavoratori notturni definiti dal Dlgs 67/2011
  3. Lavoratori sotto contratto con imprese per cui operano polizze assicurative contro gli infortuni
  4. Conducenti di veicoli con capienza non minore di nove posti