Edizione di domenica 18 novembre 2018 | Home - Redazione - Disclaimer - Cookie Policy e Privacy Policy

Da Napoli arriva MioGarage: l’AirBNB del parcheggio

Negli ultimi anni l’internet ci ha insegnato che grazie alla rete è possibile raggiungere due importanti obiettivi nella vita di tutti i giorni: quello della condivisione e quello del risparmio.

Perciò anni abbiamo imparato a risparmiare su beni e servizi approfittando delle offerte online dei grandi marchi dell’e-commerce o di quelle proposte dai portali di coupon, così come abbiamo imparato che condividendo la nostra casa sfitta o il nostro divano è possibile contare su un’entrata economica del tutto impensabile fino a qualche anno fa.

Su questi stessi presupposti si basa l’idea di quattro giovani di Napoli, che da circa un anno e mezzo stanno implementando  un’app che contempli, appunto, risparmio e condivisione.

Stanislao, Francesco, Salvatore e Pietro sono i nomi dei quattro ragazzi che sono dietro all’idea di MioGarage, un’app che permetterà a chi possiede un garage inoccupato di “affittarlo a ore” a chi è in cerca di un parcheggio. L’idea è tanto semplice quanto ambiziosa, e anche se nei paesi anglosassoni sono già stati avviati degli esperimenti simili, in Italia è del tutto inedita.

Come funziona MioGarage

In linea di massima, l’app funziona così. Chi ha un garage che non usa in particolari momenti della giornata o in particolari giorni della settimana può inserire il suo box nel database di MioGarage. Dopo aver scattato una foto alla rimessa, il garage apparirà grazie ai servizi GPS su una mappa consultabile da chiunque sia alla ricerca di un posto in cui parcheggiare.

La convenienza sarà duplice: il proprietario del garage avrà la certezza di saperlo occupato anche quando non sarà lui stesso a farlo, guadagnerà qualcosa da chi decide di sfruttarlo e potrà farlo in piena sicurezza. Chi utilizza un garage altrui dovrà infatti fornire i suoi dati personali nonché quelli relativi alla patente e al veicolo.

D’altro canto, chi cerca un parcheggio nelle “ore calde” della giornata non sarà costretto a ricorrere a quelli municipali, sempre più cari e in numero ridotto, ma potrà avvalersi di un vero e proprio garage in cui il veicolo sarà al sicuro, a costi sicuramente inferiori rispetto a quelli delle strisce blu.