Edizione di martedì 23 ottobre 2018 | Home - Redazione - Disclaimer - Cookie Policy e Privacy Policy

Pensione Casalinga 2017: ultimissime requisiti e contributi

Pensione Casalinga: ultimissime requisiti e contributi
Pensione Casalinga: ultimissime requisiti e contributi

Ultimissime Pensioni Casalinga 2017. Una delle novità più interessanti per quello che riguarda la previdenza sociale è la pensione per le casalinghe: anche le donne che non hanno un lavoro remunerato potranno andare in pensione iscrivendosi al Fondo casalinghe istituito presso l’Inps.

Requisiti 2017 per la pensione casalinghe

  1. Iscrizione al Fondo Casalinghe Inps, la cui richiesta si può fare direttamente online tramite la procedura automatizzata sul sito dell’ente;
  2. Raggiungimento dell’età minima di 57 anni e 7 mesi per la pensione di anzianità, e di 65 anni e 7 mesi per quella di vecchiaia;
  3. Contributi versati almeno 5 anni, per entrambe le pensioni

Chi si può iscrivere al fondo casalinghe

Per potersi iscrivere al fondo pensione casalinghe, occorre rispettare i seguenti requisiti:

  • età minima 16 anni, età massima 65 anni;
  • svolgere un’attività in famiglia, in linea con le responsabilità familiari che sono previste per legge per le casalinghe;
  • non devono esserci vincoli di subordinazione (altrimenti si parla di lavoro dipendente);
  • non bisogna avere una pensione diretta;
  • non bisogna avere alcun rapporto di lavoro dipendente o autonomo, tranne se si ha un lavoro part-time con stipendio molto basso, inferiore al minimo contributivo.

Importo contributi pensione casalinga, aggiornamento 2017

Al 2017 gli importi aggiornati per poter raggiungere la pensione sono i seguenti:

  • versamento di 25,82 euro al mese di contributi, oppure
  • versamento di un contributo annuo di 310,00 euro.

Se si versano meno di 310 euro, l’Inps rapporta i singoli versamenti ai mesi, pertanto se si versano 100 euro (ad esempio) si copriranno 3 mesi interi, più un parziale del 4° mese.