Come risparmiare alle aste del fantacalcio per comprare gli attaccanti più forti

Mag 30, 2017
Come risparmiare alle aste del fantacalcio per comprare gli attaccanti più forti

Per vincere al Fantacalcio, si sa, è necessaria anche una buona dose di fortuna, ma anche e soprattutto scegliere i migliori giocatori fa la differenza, in maniera particolare gli attaccanti.

 

Per vincere al Fantacalcio, si sa, è necessaria anche una buona dose di fortuna. Ma è innegabile che la fortuna di una squadra sia dovuta prima di tutto all’abilità del fantallenatore e, di conseguenza, alle sue capacità di schierare in campo ogni settimana una formazione vincente.

È importante quindi, nel momento in cui si compone la propria rosa, fornirsi di un parco attaccanti di tutto rispetto, i quali sono sempre quelli che nelle aste presentano lo scotto maggiore da pagare in quanto a fantamilioni. Seguendo qualche piccolo suggerimento è possibile tuttavia realizzare una rosa più che dignitosa, senza dover rinunciare all’acquisto degli attaccanti più forti.

Comincia a risparmiare “dal basso”

Dove con “dal basso” non si intendono i ruoli meno importanti, ma quelli che vengono fisicamente disposti in campo nelle retrovie. Se acquisterai Buffon e l’intera difesa della Juve, è ovvio che una volta arrivato all’attacco non avrai abbastanza fondi da poterti permettere due punte degne di tale nome.

Un primo consiglio è dunque quello di organizzare un pacchetto difensivo solido ma poco blasonato, andando a pescare ad esempio portieri e difensori che nella passata stagione hanno subito pochi gol o hanno fatto registrare una media/prestazione interessante pur senza raggiungere traguardi importanti.

Fai particolare attenzione alle neopromosse: spesso in ognuna di queste si nascondono piccoli talenti che vengono valutati pochissimo, ma che saranno i campioni di domani.

Per portieri e difensori, prova a darti un limite di spesa pari al 30% del totale che puoi spendere.

L’incognita del centrocampo

Anche per il centrocampo il limite massimo di spesa da imporre non dovrebbe superare il 30%, solo che in questo caso la faccenda si complica. I centrocampisti sono infatti quelli che ti fanno vincere o perdere le partite, magari perché sono bravi negli assist o nei tiri piazzati. È quindi fondamentale selezionarne 2-3 dal rendimento sicuro, che magari non disdegnino di buttarla dentro all’occorrenza.

Certo, comprare due buoni centrocampisti vuol dire necessariamente sborsare qualche fantamilione in più, ma alla fine del campionato i risultati saranno garantiti.

Il rovescio della medaglia sta nei panchinari; per questa categoria dovrai andare molto al risparmio, ed incrociare le dita che i tuoi titolari non commettano troppi passi falsi in quanto a prestazioni e rendimento fisico.

Un attacco intelligente

A questo punto ti dovrebbe essere avanzato un buon 40% da dedicare solo all’attacco. È una cifra importante, che andrebbe però spesa con intelligenza. Un trucco potrebbe essere quello di comprare una punta di primo livello da affiancare ad una promessa affermata nel campionato precedente, che quest’anno farà di tutto per migliorare la propria immagine.

In panchina? I titolari di una neopromossa non sarebbero una cattiva idea: d’altronde se non sono loro a buttarla dentro per evitare la retrocessione alla propria squadra, chi altri si potrebbe far carico di un tale compito?

Fonte: il sito di fanta calcio Fanta Bettiamo.

Cosa ne pensi di "Come risparmiare alle aste del fantacalcio per comprare gli attaccanti più forti"?