Rottamazione Cartelle Equitalia: cosa rischia chi non paga

Lug 24, 2017
By
Rottamazione Cartelle Equitalia: cosa rischia chi non paga

Cosa rischia chi non paga la rottamazione delle cartelle Equitalia con scadenza 31 luglio? Perché è importante pagare in maniera puntuale?

Il 31 luglio è la data ultima per pagare le cartelle Equitalia rottamate (o la prima rata delle stesse). Assolutamente non bisogna sforare e non è possibile andare oltre questa data, che al 90% non verrà più rimandata.

Entro la fine di questo mese chi ha raggiunto un accordo con Equitalia deve necessariamente pagare e ha poche altre opportunità, ma chi rischia cosa non paga?

Cosa succede se non si paga la rottamazione cartelle con scadenza 31 luglio

Il rischio è quello di non poter più usufruire delle agevolazioni previste dalla rottamazione.

Ci sono diversi modi per poter pagare la prima rata della rottamazione delle cartelle di Equitalia, a partire dall’addebito diretto in conto corrente fino alla domiciliazione bancaria, senza dimenticare le carte tipo Postepay, oppure direttamente online tramite il sito web dell’Agenzia di Riscossione o tramite l’app.

> Rottamazione cartelle Equitalia 31 luglio

Se non si paga si dovrà dire addio, come detto, alle agevolazioni, dunque si finirà per dover fare i conti al 100% con Equitalia, esattamente come se non si avesse avuto accesso alla rottamazione.

Se nei giorni più vicini alla data del 31 luglio non si è ancora ricevuta la cartella di riscossione, o comunque la si è smarrita, è compito del cittadino chiedere copia della comunicazione, che riporta anche la cifra precisa da pagare.

Inoltre, grazie al servizio “ContiTu” è possibile pagare una parte delle cartelle, qualora non si riuscisse a pagarle tutte al 100%.

Quali sono le cartelle che possono essere sanate con rottamazione?

Le cartelle che possono essere sanate tramite rottamazione sono, lo ricordiamo, le seguenti:

  • imposte, inclusi i tributi regionali e comunali
  • avvisi di addebito Inps
  • avvisi di accertamento esecutivi che sono emessi dall’Agenzia delle entrate.
  • per quello che riguarda le multe o comunque delle violazioni del Codice della strada, la quota sanabile è quella che riguarda le somme aggiuntive alla sanzione e agli interessi.

E quali, invece, le cartelle che NON possono essere sanate?

Le cartelle che non possono essere sanate, al contrario, sono:

  • accise e dazi;
  • iva all’atto dell’importazione;
  • crediti che derivano da condanne alla Corte dei Conti;
  • recupero di aiuti statali;
  • multe e sanzioni che sono previste dopo dei provvedimenti legati a sentenze penali di condanna.

Cosa ne pensi di "Rottamazione Cartelle Equitalia: cosa rischia chi non paga"?