Tsipras: bisogna cambiare l’Europa

Mag 22, 2012
Tsipras: bisogna cambiare l’Europa

Alexis Tsipras, del partito Syriza, sinistra radicale, punta il dito contro il cancelliere tedesco Angela Merkel e ribadisce la sovranità della Grecia e la voglia di rimanere nell'euro.

Alexis Tsipras potrebbe essere, secondo i sondaggi, il prossimo premier della Grecia. Sono proprio questi sondaggi che vedono il leader del partito Syriza, di sinistra radicale, in testa per la corsa al posto vacante di primo ministro del paese ellenico, dopo il fallimento delle ultime votazioni del 6 maggio. C’è dunque grande attesa per le votazione del 17 giugno prossimo, quando dagli scrutini uscirà, ci si augura, il nuovo primo ministro greco.

Tsipras contro la Merkel. Il leader di Syriza punta il dito contro il cancelliere tedesco, Angela Merkel, ribadendo che la Grecia non è una proprietà della Germania, bensì uno stato sovrano, e come tale è in grado di decidere da solo se andare al referendum o meno. Tsipras si riferisce alla dichiarazione che sembrerebbe stata rilasciata dalla Merkel (anche se la cancelliera ha negato) circa l’invito al paese ellenico di indire un referendum per lasciar decidere ai suoi cittadini la permanenza o meno nella zona euro.

Se la Grecia dovesse uscire dall’euro, il prossimo paese sarà l’Italia. Tsipras ha le idee chiare in merito al futuro della zona Euro nel caso in cui la Grecia dovesse abbandonare: i mercati andrebbero subito alla ricerca della seconda vittima, che in questo caso potrebbe essere l’Italia o al massimo la Spagna.

Rivedere il rigore. Parlando della situazione attuale del suo paese, il candidato di sinistra radicale afferma che, nel caso in cui venisse eletto alla guida del paese, come prima cosa farà di tutto per rivedere gli accordi stretti fino a questo momento. Tsipras vuole rimanere nell’Euro, ma ha anche detto di voler rivedere le misure di rigore e di austerità.

Cosa ne pensi di "Tsipras: bisogna cambiare l’Europa"?