Edizione di lunedì 17 Febbraio 2020 | Home - Redazione - Disclaimer - Cookie Policy e Privacy Policy

Di cosa si occupa la Medicina del Lavoro

medicina del lavoro
medicina del lavoro

La medicina del lavoro rappresenta una branca importante dell’aspetto sanitario e proprio per tale motivo è importante capire in cosa consista la suddetta.

Ecco tutte le informazioni minime che occorre conoscere in merito alla medicina del lavoro, tratte dal sito di riferimento Gdmsanita.it.

Cosa si intende per Medicina del Lavoro

Questa particolare ramificazione della medicina si applica nell’ambito lavorativo e questo significa che il medico specializzato deve essere a conoscenza dei fattori che possono far sviluppare una patologia, lieve o cronica, passeggera o duratura, che nasce a causa delle mansioni lavorative che vengono svolte da parte di un dipendente.

Il medico del lavoro deve quindi essere in grado di prevenire, diagnosticare e curare tutte quelle patologie che si sviluppano in questo particolare ambito: per esempio uno strappo alla schiena, dovuto da un eccessivo sforzo durante la fase di carico di uno strumento lavorativo, può rappresentare una delle diverse patologie che vanno a incidere sulla vita dello stesso lavoratore, il quale può trovarsi in una condizione di salute non ottimale proprio a causa del lavoro che svolge.

Pertanto questa branca della medicina, applicata all’ambito lavorativo, assume un’importanza fondamentale dato che il suddetto aspetto viene costantemente migliorato proprio grazie all’intervento del medico del lavoro.

A cosa serve la medicina del lavoro

La medicina del lavoro, così come professionisti che operano in questo settore, sono fondamentali agli imprenditori e ai lavoratori.

Per quanto riguarda i datori di lavoro, questi possono ottenere diversi vantaggi usufruendo delle consulenze del medico del lavoro e tra di esse spicca la possibilità di effettuare determinati interventi all’interno dell’impresa il cui obiettivo finale è quello di prevenire ogni genere di problematica all’interno dell’azienda.

Affiancando il datore di lavoro, il medico suggerisce quali sono gli ambiti che devono essere migliorati affinché sia possibile prevenire ogni potenziale fattore di rischio che ha un impatto negativo sul lavoratore. Per esempio, la messa in sicurezza di determinanti impianti, l’applicazione delle normative per tutelare i lavoratori e altri interventi similari rientrano nelle competenze che spettano al medico del lavoro.

Inoltre il datore di lavoro viene costantemente informato dal medico sulla condizione di salute dei suoi dipendenti e proprio grazie a questo genere di consultazione lo stesso datore di lavoro riesce a gestire meglio la sua squadra di operai e impiegati.

Ma la medicina del lavoro permette anche ai dipendenti di essere tutelati: grazie alle continue visite mediche, infatti, un lavoratore può sfruttare il suo diritto di richiedere un cambio di mansione all’interno dell’impresa, dato che il suo fisico non riesce a reggere determinati ritmi e quella mansione che deve essere svolta può avere un impatto negativo sulla salute dello stesso, sia nel breve che nel lungo periodo.

Inoltre il dipendente viene aggiornato anche sui rischi che si palesano nell’ambito lavorativo e le contromisure che deve adottare affinché i suddetti possano essere totalmente evitati e il lavoratore stesso possa essere operativo in quel settore senza rischiare complicanze di ogni genere.

Conclusioni sulla medicina del lavoro

La medicina del lavoro è quindi un elemento chiave per le imprese e per le figure che le caratterizzano, sia che si parli di datori e dirigenti aziendali ma anche dei semplici operai.

Inoltre, sfruttare le prestazioni del medico del lavoro vuol dire avere la certezza del fatto che le varie aree dell’impresa siano caratterizzate da un elevato livello di sicurezza, dato che i potenziali pericoli vengono adeguatamente analizzati e immediatamente risolti grazie alle modifiche apportate all’interno della ditta.