Edizione di giovedì 21 giugno 2018 | Home - Redazione - Disclaimer - Cookie Policy e Privacy Policy

Furti a New York? Il sindaco attacca:” La colpa è di Apple”

new-york-apple-store

Duro colpo per la Apple e per la città di New York. La società di informatica, leader nel mondo delle tecnologie, è stata accusata, dal sindaco della grande mela, di essere responsabile dei numerosi furti che da qualche anno si stanno verificando nella metropoli statunitense. Secondo le statistiche i reati a New York nel 2012 sarebbero aumentati in modo esponenziale rispetto al precedente anno.

E la colpa sarebbe proprio della Apple, la società informatica statunitense fondata tra gli altri dall’indimenticato Steve Jobs. Stando a quanto ha dichiarato Bloomberg, sindaco di New York, ad aumentare sarebbero stati i furti relativi a dispositivi tecnologici, quali iPhone e iPad. Nonostante la diminuzione di reati gravi, ad esempio omicidi, nel 2012 si è registrato il 3,3% in più di furti rispetto al 2011, in particolare si parla si 4mila furti in più. Lo stesso sindaco di New York, ha poi sottolineato, in un intervista rilasciata al New York Times, che questo fenomeno non interessa solo la sua città.

A San Francisco, infatti, la metà dei crimini commessi riguarda proprio il furto di prodotti Apple. Per far fronte a questa situazione e aiutare i mal capitati a ritrovare l’oggetto smarrito, la Commissione federale delle comunicazioni ha creato, nel mese di aprile, un apposito database con i dati relativi agli oggetti scomparsi al fine di rintracciarli e restituirli, qualora sia possibile, ai legittimi proprietari.