Edizione di martedì 23 Luglio 2024 | Home - Redazione - Disclaimer - Cookie Policy e Privacy Policy

Come riparare il pavimento in cemento fai da te in casa

Per quanto possa presentare delle proprietà che non sono esattamente etiche ed ecosostenibili in tutto e per tutto, il cemento è un materiale che viene, ancora oggi, molto utilizzato nell’ambito della realizzazione di abitazioni, costruzioni, oltreché pavimentazioni interne alla propria casa. Proprio quest’ultimo punto sarà oggetto della nostra disamina: molto spesso, soprattutto a seguito di diversi anni e dell’usura che si accumula all’interno di un appartamento, il pavimento in cemento potrebbe iniziare a presentare delle crepe o delle piccole rotture che hanno bisogno di essere riparate; il consiglio migliore è quello che porta ad affidarsi ad un professionista del settore, che renderà la propria riparazione semplice e immediata. Tuttavia, se si vuole procedere con un intervento fai da te, sarà necessario acquisire la giusta strumentazione per mettere a punto il proprio lavoro di riparazione, in maniera comoda, sicura e veloce: di seguito, allora, vogliamo indicare alcuni dei consigli da seguire per capire come riparare il pavimento in cemento in casa.

Gli strumenti da utilizzare per riparare un pavimento in cemento

Prima di procedere con un’attenta riparazione del pavimento in cemento, potrebbe essere molto utile indicare quali debbano essere gli strumenti di cui servirsi: trattasi di un consiglio che vogliamo darvi, dal momento che agire in assenza di una strumentazione necessaria potrebbe essere svantaggioso sia in termini di tempistica che di azione in senso stretto, poiché ci sarebbe bisogno di spendere del tempo per procurarsi tutti gli attrezzi utili. In questo modo, non vi resterà che effettuare un elenco completo degli oggetti da tenere bene a mente prima di lavorare direttamente sul pavimento in cemento; si parte proprio con questo materiale, che dovrà essere necessariamente utilizzato se c’è bisogno di realizzare alcune riparazioni di crepe, graffi o rotture, dal momento che bisognerà inserire una nuova colatura di cemento, anche se in piccole quantità, per appianare la superficie. Il cemento può essere acquistato non soltanto all’interno dei ferramenta o dei negozi che si occupano di articoli e strumenti per la casa, ma anche online, selezionando la giusta quantità di cui si ha bisogno e la qualità del cemento che si vuole ottenere: ad esempio, vi consigliamo i prodotti presenti sul sito di ambientecolore.com per avere a disposizione del cemento di ottima fattura.

La lista dei materiali da utilizzare per riparare un pavimento in cemento continua con quelli per trattare la superficie, come carta vetrata, pezza per pulire e spazzola per la pulizia mentre, per realizzare il lavoro di manifattura, accanto al cemento sarà necessario servirsi di acqua, sabbia e cazzuola, oltre che di un aspirapolvere per eliminare tutte le possibili impurità. Detto questo, non ci resta che procedere con le fasi specifiche da seguire per realizzare il proprio lavoro.

Le fasi da seguire per la riparazione di un pavimento in cemento

Indicati i materiali di cui servirsi per riparare il pavimento in cemento, non resta che procedere con le fasi da seguire per la riparazione in sé per sé. Innanzitutto, l’area dovrà essere ben levigata attraverso la carta vetrata e allargando la fessura con un martello e uno scalpello, per poi procedere con la rimozione di tutti i possibili detriti che si generano con un aspirapolvere. La fessura creata potrà essere trattata rimuovendo innanzitutto sporco e polvere con una spazzola, poi occupandosi della miscela di cemento, seguendo semplicemente le istruzioni presenti sulla busta e utilizzando acqua, cemento ed eventualmente altri materiali. Con la spatola, dovrete semplicemente preoccuparvi di riempire la fessura, aggiustando il quantitativo in eccesso di cemento con la cazzuola e levigando la superficie. Non resterà che attendere 24 ore per la fase di asciugatura, che garantirà una buona resistenza e durevolezza al pavimento aggiustato.