Edizione di mercoledì 3 Giugno 2020 | Home - Redazione - Disclaimer - Cookie Policy e Privacy Policy

Come si sceglie un cancello automatico: consigli e indicazioni

cancello automatico

Quando si parla di cancelli automatici si fa riferimento inevitabilmente ad una soluzione che riesce a garantire una perfetta combinazione tra comodità e sicurezza. Se diversi decenni fa questo tipo di sistemi veniva considerato un vero e proprio lusso, al giorno d’oggi questa tipologia di cancelli è decisamente più alla portata di ogni tipo di budget.

La scelta: occhio alla tecnologia

Quando si deve fare una scelta in relazione al modello di cancello automatico che deve essere comprato, ci si potrebbe trovare in grande difficoltà, soprattutto chi non ha una grande esperienza con questo particolare ambito. Insomma, ci potrebbero essere dubbi e problemi difficilmente risolvibili, in modo particolare per quanto riguarda la tecnologia che viene integrata all’interno del singolo cancello.

Uno degli aspetti più importanti, come si può facilmente intuire, nella scelta del cancello automatico è sicuramente la tecnologia integrata. Infatti, spesso e volentieri si tratta di un sistema a fotocellule. In questo senso, bisogna valutare anche quanto sia facile andare alla ricerca di adeguati pezzi di ricambio nel caso in cui dovesse insorgere qualche danno. Ebbene, su telecomandiuniversali.it c’è la possibilità di trovare un gran numero di soluzioni in riferimento alle fotocellule per cancelli automatici. Infatti, su questa piattaforma si possono trovare colonnine per fotocellule, contenitori in metallo per fotocellule, ma anche i veri e propri sistemi di fotocellule che regolano l’apertura e la chiusura del cancello, tutte di ottima fattura e qualità.

Le varie tipologie di movimento dei cancelli automatici

Un altro fattore fondamentale che si deve prendere in considerazione durante la fase di scelta è sicuramente il tipo di movimento e di struttura che caratterizza il cancello automatico. Uno dei modelli più diffusi in commercio è certamente quello a battente, in cui le ante del cancello vanno a ruotare intorno a dei perni e, spesso e volentieri, fanno un movimento verso l’interno, ovvero in direzione della propria abitazione.

Altri modelli sono quelli ad apertura scorrevole, in cui il cancello va a scorrere direttamente su un’apposita guida. I cancelli scorrevoli hanno il pregio di avere un ingombro decisamente più limitato, ma serve avere a disposizione uno spazio senz’altro maggiore lungo uno dei due lati che caratterizzano la recinzione.

Un altro modello di cancello automatico particolarmente diffuso è quello a fisarmonica, in cui il cancello si caratterizza per richiudersi su sé stesso. In questo caso, si tratta di un modello che combina un po’ gli aspetti principali dei cancelli scorrevoli e di quelli a battente.

Infine, troviamo anche un’altra versione che non è poi così diffusa sul mercato, ovvero quella a ventaglio. Il motivo per cui è così raro vederlo nelle varie abitazioni con giardino? Semplice, dal momento che presenta un prezzo davvero molto alto, senza dimenticare come sia in grado di garantire un impatto molto importante dal punto di vista del design e dell’eleganza. In effetti, il meccanismo che caratterizza un cancello automatico a ventaglio è particolarmente scenico, dal momento che consente alle ante la chiusura su sé stesse, con un effetto che ricorda molto, per l’appunto, quello del ventaglio.