Edizione di mercoledì 26 Giugno 2019 | Home - Redazione - Disclaimer - Cookie Policy e Privacy Policy

Concorso Pubblica Amministrazione: nuove assunzioni

Il Disegno di Legge Bongiorno, risoprannominato Concretezza, prevede una copertura totale dei dipendenti PA ormai in pensione. Ma le novità non finiscono qui, perché il disegno propone uno snellimento burocratico per quanto concerne i bandi e le assunzioni degli idonei vincitori.

La parola centrale è mobilità: non solo pensionamenti e assunzioni, che non sarebbe comunque poco, ma anche verso l’esterno. In pratica i dipendenti pubblico potranno chiedere un’aspettativa (se il disegno dovesse diventar legge così com’è) e fare esperienza in altri enti della PA o addirittura nel settore privato.

A questo proposito, ricordiamo che il ddl Concretezza ha ottenuto riscontro positivo alla seconda lettura della Camera, e la prossima settimana dovrà essere votato dal Senato.

Le assunzioni del prossimo triennio

Ma torniamo alle nuove assunzioni. Il Ministro ha messo nero su bianco che saranno sostituiti tutti i pensionati dell’anno 2018, così come nel 2020 sarà assunto personale pari a quello collocato a riposo in questo 2019. Numeri non da poco, se pensiamo alla maggiore flessibilità al pensionamento conferita dalla Quota 100.

Per quanto concerne il concorso, il disegno prevede un avvio di procedura anche senza preventiva autorizzazione per massimo l’80% delle facoltà di assunzione maturate. Inoltre, come anticipato all’inizio, dovrebbero velocizzarsi le assunzioni dei vincitori e lo scorrimento delle graduatorie. Il che sarebbe ben rivoluzionario.

Basti pensare a tutti coloro che sono idonei alle graduatorie del Ministero della Giustizia per concorso superato ormai più di due anni fa; 1.300 di costoro dovrebbero essere assunte entro luglio, insieme a 990 magistrati ordinari.

In tutto ciò si parla anche di nuovi contratti straordinari a tempo indeterminato . Questo perché oltre ai pensionamenti dello scorso anno, in realtà nella PA ci sono “buchi” di personale da oltre un decennio. La legge di Bilancio prevede a questo proposito fondi specifici; per il 2019 sono stati stanziati 130 milioni di euro, per il 2020 320 milioni e per il 2021 420 milioni.

Oltre a ciò, per il prossimo triennio si parla di circa 8.400 assunzioni straordinarie nelle amministrazioni centrali. Entro il 2023 dovrebbero poi essere assunti 6.150 persone nei corpi di polizia, più ulteriori 1.500 nei vigili del fuoco.

Occasioni da non lasciarsi scappare per cui invitiamo i lettori interessati a consultare con regolarità la Gazzetta Ufficiale.