Edizione di venerdì 18 Ottobre 2019 | Home - Redazione - Disclaimer - Cookie Policy e Privacy Policy

La storia della pasta di zucchero

pasta di zucchero

La pasta di zucchero o fondant è un composto utilizzato in pasticceria che la consistenza della plastilina, è commestibile e si usa per decorare le torte o i cupcake. La pasta di zucchero è fatta di pochi e semplici ingredienti: zucchero a velo, colla di pesce, glucosio e acqua.

In Italia da almeno 5 anni se non qualcosina in più è scoppiata la moda delle decorazioni fatte con la pasta di zucchero e sono sempre in aumento programmi televisivi, video su YouTube e corsi di cake design.

Tutte gli aspiranti pasticceri o semplicemente chi spinto dalla curiosità si sono appassionati a questo aspetto divertente e colorato della pasticceria ma forse non tutti conoscono la storia della pasta di zucchero.

Gli esordi della pasta di zucchero

La moda dell’utilizzo della pasta di zucchero ha inizio negli anni’90 in Canada, si spostò poi negli Stati Uniti dove ci sono un sacco di pasticcerie e amanti dei dolci, molti di questi pasticceri sono giunti fin dentro le nostre case grazie ai programmi di cucina e soprattutto di cake design che vengono trasmessi in tv.

In Italia, come per tante altre novità che vengono dall’America, sono giunte con qualche anno di ritardo ma dai primi programmi made in Italy di pasticceria la pasta di zucchero ha riscosso subito molto successo.

Dicevamo precedentemente che la pasta di zucchero è una pasta modellabile che è fatta di pochi semplici ingredienti e che solo con questi si presenta di un bianco lucido ma per ricreare diverse immagini si aggiungono i coloranti alimentari. C’è chi applica un piccola variante nella ricetta per renderla ancora più elastica e semplice da utilizzare e modellare ma purtroppo la consistenza giusta non si riuscirà mai ad ottenere a casa per questo si consiglia si acquistare la pasta di zucchero online.

Ma ritorniamo sui nostri passi e parliamo della storia della nascita della pasta di zucchero.

Fin dall’antichità questo alimento era conosciuto e molto coltivato ma nonostante questo durante il Medioevo era un alimento che consumavano solo le persone della borghesia e nobiltà, la povera gente non se lo poteva permettere e lo sostituiva con il miele o altri dolcificanti naturali.

Lo zucchero entrò per la prima volta a far parte della pasticceria solo nel ‘700 in Francia con la pubblicazione del libro di uno chef illustre, Francois Massialot che pubblicò il libro di ricette, “Le nouveau cuisinier royal et bourgeois, ou cuisinier moderne”. Libro all’interno del quale era illustrato come realizzare un fiore con lo zucchero, nonostante in quell’epoca non esisteva ancora lo zucchero a velo.

Non esistendo lo zucchero a velo, lo zucchero veniva mischiato insieme a una sostanza chiamata gomma adragante e insieme a qualche goccia di colorante naturale come lo zafferano o l’iris blu si ricreavano questi fiori commestibili fatti di zucchero.

Nel ‘800 fu un altro grande chef francese, Marie-Antonie Careme a portare effettivamente in cucina l’utilizzo della pasta di zucchero. Essendo un esperto di composizione e presentazione di piatti spettacolari, questo chef utilizzò la pasta di zucchero per decorare le tavole e le torte.

La prima vera ricetta della pasta di zucchero era un po’ diversa da quella che noi conosciamo adesso, nasce nel ‘900 e prevedeva il pastigliaggio con lo zucchero in polvere, il succo di limone, la gelatina e il bianco dell’uovo.

La ricetta della pasta di zucchero oggi

Questo letto fin adesso era la storia della pasta di zucchero e il modo in cui veniva realizzata precedentemente, oggi la ricetta e gli ingredienti sono un po’ cambiati. Consigliamo sempre di comprarla per poter avere una pasta di zucchero molto semplice da lavorare ma se avete voglia di divertirvi in cucina, magari anche con i vostri figli seguite la nostra ricetta.

Ingredienti:

  • Glucosio 50 gr
  • Gelatina in fogli 5 gr
  • Zucchero a velo 500gr
  • Acqua 30 gr
  • Coloranti alimentari

Passiamo ora alla preparazione

Iniziate la preparazione della vostra pasta di zucchero mettendo a mollo le foglie di gelatina in una ciotola con dell’acqua fredda in modo da farla ammorbidire.

Da parte in un pentolino scaldate il glucosio insieme all’acqua ma non portatelo a bollore. Strizzate la colla di pesce e aggiungetela allo sciroppo fatto di acqua e glucosio. All’interno di questo liquido setacciate lo zucchero a velo e iniziate a lavorare l’impasto fino a quando lo zucchero non si è completamento assorbito.

In questo modo avrete ottenuto una pasta di colore bianco, per poterla rendere colorata vi basterà aggiungere le gocce di colorante e continuare a modellare con le mani fino a che l’impasto non avrà un colore omogeneo.

Potete conservare la pasta di zucchero per almeno 2 o 3 giorni, non di più, avvolto in maniera ermetica con la pellicola o in una ciotola di latta all’interno del frigorifero.