Edizione di domenica 8 20 Dicembre19 | Home - Redazione - Disclaimer - Cookie Policy e Privacy Policy

Mangiare in ottica antiossidante: cosa non deve mancare nel piatto

Carote

Al giorno d’oggi, abbiamo dalla nostra parte conoscenze scientifiche impensabili fino a qualche decennio fa. Grazie ad esse, sappiamo per esempio che le sostanze antiossidanti aiutano a tenere sotto controllo l’attività dei radicali liberi e, di conseguenza, a prevenire l’insorgenza dei tumori.

Fondamentale a tal proposito è l’alimentazione. Quali sono i consigli da seguire per mangiare in ottica antiossidante? Nelle prossime righe, puoi trovare qualche utile dritta in merito.

Carote

Le carote sono ricchissime di vitamina A. Questa sostanza è un precursore del betacarotene, il cui ruolo è essenziale quando si parla di efficienza visiva e di bellezza della pelle.

Tra gli altri antiossidanti presenti nelle carote è possibile ricordare anche il glutatione.

CBD

Il CBD, conosciuto anche con il nome di cannabidiolo, è un principio attivo della cannabis. A differenza del più noto THC, non provoca effetti psicoattivi. In generale, non è una sostanza stupefacente. A chiarire le idee in merito ci ha pensato un documento pubblicato nel 2017 e recante le firme di un pool di esperti dell’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità).

Ottimo antiossidante ma anche eccellente antinfiammatorio, il CBD è legale in Italia. Acquistarlo è molto facile. Da diversi anni ormai, il legislatore ha dato il via libera all’apertura di numerosi grow shop. Chi vuole, può ovviamente procedere anche all’acquisto online. Basta infatti un click per accedere a diversi e-shop legali. Tra i più celebri, è possibile citare Cbdweed.com.

Tè verde

Quando si parla di antiossidanti efficaci, è impossibile non chiamare in causa il tè verde. Apprezzato per la presenza di polifenoli, è considerato pure un ottimo alleato per quanto riguarda l’efficienza del metabolismo.

Olio extra vergine di oliva

Discutere di alimentazione in ottica antiossidante significa, per forza di cose, parlare di olio extra vergine di oliva. Questo condimento, facente parte della cultura alimentare dell’uomo fin da tempi antichissimi, è infatti contraddistinto dalla presenza di grassi omega 3.

Questi lipidi benefici hanno una forte carica antiossidante e aiutano a tenere sotto controllo i livelli di colesterolo, con vantaggi concreti per la salute del cuore.

Mirtilli

Questi frutti di bosco sono un vero portento per la salute. Ipocalorici e gustosi, sono ricchi di sostanze antiossidanti funzionali soprattutto alla prevenzione di infezioni e infiammazioni a carico del tratto urinario.

Per essere precisi, è bene ricordare che gli antiossidanti presenti nei mirtilli sono noti con il nome di antociani. La loro assunzione è molto utile anche ai fini della riduzione del rischio di eventi cardiovascolari.

Fragole

Forse non tutti sanno che… tra gli alimenti più validi quando si parla di mangiare in ottica antiossidante ci sono le fragole. Questi deliziosi frutti sono infatti contraddistinti da un contenuto importante di vitamina C, sostanza capace non solo di tenere sotto controllo l’attività dei radicali liberi, ma anche di migliorare l’efficienza del sistema immunitario.

Carciofi

Molto apprezzati da chi ama destreggiarsi in cucina, i carciofi sono buoni sia cotti, sia crudi. Quello che non tutti sanno è che sono anche degli ottimi alleati contro i radicali liberi.

Fondamentale a tal proposito è la presenza di una sostanza nota come acido clorogenico. Questo antiossidante ha anche un’eccellente efficacia antinfiammatoria e risulta utile ai fini della prevenzione di diabete e problemi cardiovascolari.

Conclusioni

Mangiare in ottica antiossidante è indubbiamente utile. Se si punta a ridurre drasticamente il rischio di ammalarsi di tumore è però necessario ragionare anche da altri punti di vista, relativi allo stile di vita in generale.

In concreto, stiamo parlando dell’importanza di smettere di fumare, di mantenere il peso forma e di ridurre per quanto possibile il livello di stress psico-fisico.