Edizione di domenica 8 20 Dicembre19 | Home - Redazione - Disclaimer - Cookie Policy e Privacy Policy

Perché e come aprire un compro oro oggi

compro oro

Quando si parla di business profittevoli al giorno d’oggi, è impossibile non citare i compro oro. Per le strade delle nostre città non si contano questi esercizi, che si possono trovare sia nei centri urbani più grandi, sia in quelli più piccoli.

Come mai vale la pena aprirne uno? Cosa bisogna fare per avviare l’attività? Nelle prossime righe, rispondiamo meglio a questa domanda.

Perché conviene aprire un compro oro

Oggi come oggi, l’oro rimane la materia prima rifugio per eccellenza. Per rendersene conto, è possibile citare il fatto che viene utilizzato a livello industriale e che rappresenta un punto di riferimento fondamentale per le riserve delle banche centrali.

Per questo motivo, soprattutto in un periodo in cui la contingenza economico-finanziaria pur essendo migliorata rispetto a qualche anno fa è comunque incerta, il mercato dell’oro è sempre vivo. Ribadiamo inoltre che, anche se non si parla più di grande crisi, la situazione non è certo tornata come negli anni precedenti al 2008.

Alla luce di ciò, molte persone fanno riferimento ai compro oro per vendere gioielli di famiglia e raccogliere somme necessarie a pagare diverse spese.

Come aprire un compro oro: i passi da seguire

Un altro motivo per cui vale la pena aprire un compro oro è l’oggettiva semplicità della procedura di avvio. Per gestire un esercizio di questo genere – MvsGioelli di Roma è solo uno dei tanti esempi di compro oro in Italia – non sono necessarie particolari competenze tecniche. Bisogna però avere la fedina penale pulita, ma anche effettuare l’iscrizione al Registro dei Compro Oro, obbligatorio dal settembre 2018.

Rimanendo sempre nell’ambito della semplicità che caratterizza le procedure di apertura dei compro oro, è bene specificare che, per avviare un esercizio del genere, non c’è bisogno di un locale particolarmente esteso. Chi è entrato almeno una volta in un compro oro sa bene che sono sufficienti 20/30 mq.

Compro oro: l’importanza della sicurezza e della qualità delle bilance

Un aspetto che va assolutamente considerato quando ci si appresta ad aprire un compro oro è la sicurezza dell’esercizio. Fondamentale è per esempio oscurare le vetrine in modo da tutelare la privacy di chi entra, così come fare in modo che ci sia una porta gestibile dall’interno al fine di controllare gli accessi.

Un capitolo da approfondire è poi quello della qualità delle bilance. Stiamo parlando dei principali strumenti degli operatori dei compro oro. Per questo motivo, chi gestisce un esercizio dedicato all’acquisto di preziosi e di oro dovrebbe recarsi periodicamente presso l’ufficio verifica pesi e misure della locale Camera di Commercio.

Ultimi consigli

Tra i consigli che bisognerebbe seguire quando si decide di aprire un compro oro c’è senza dubbio l’attenzione alla comunicazione corretta e veritiera. Un esempio che si può chiamare in causa è quello delle quotazioni dell’oro. Dire di avere la migliore quotazione dell’oro sul mercato è fuorviante in quanto si parla di un valore in continuo cambiamento.

Un altro aspetto da considerare con molta attenzione riguarda la visibilità delle bilance. I clienti devono poterle vedere, in modo da farsi un’idea più chiara della possibile quotazione dei propri prezzi. Ultimo ma non meno importante consiglio riguarda il fatto di imparare qualcosa relativamente ai meccanismi del web marketing. Come già detto i compro oro sono tanti, motivo per cui è fondamentale imparare a distinguersi dalla concorrenza. Il web è essenziale a tal proposito e prevede attenzione sia ai meccanismi social, sia a tutto quello che permette di aumentare la visibilità dei siti sui motori di ricerca.