Edizione di mercoledì 18 luglio 2018 | Home - Redazione - Disclaimer - Cookie Policy e Privacy Policy

Il Napoli non lascia scampo al Pescara

Il Napoli non molla. La formazione partenopea continua ad inseguire il suo sogno Scudetto e batte con facilità il Pescara per 5-1. Gli uomini di Mazzarri si dimostrano troppo forti per la compagine abruzzese che resiste un tempo ma poi è costretta a crollare sotto i colpi di Inler e Cavani. Il Napoli mette subito alla corda il Pescara e segna due reti in poco più di un quarto d’ora.

È prima Inler a sbloccare il risultato con un gran tiro dalla distanza e poi Hamsik a raddoppiare. La partita sembra già archiviata e gli azzurri commettono l’errore di rilassarsi. Il Pescara ne approfitta ed accorcia le distanze prima della fine del primo tempo. Nella ripresa si scatena il “Matador”. Il bomber uruguaiano semina il panico con una serpentina in area abruzzese e costringe al fallo da rigore Bocchetti. Per il difensore pescarese c’è anche l’espulsione. Cavani realizza il penalty e dà il via alla goleada partenopea.

Da quel momento il Pescara, in dieci, alza bandiera bianca ed il Napoli colleziona occasioni da goal a grappoli. Arriva così la doppietta di Cavani che realizza il suo decimo goal in dodici partite giocate. Una media davvero da capogiro. A fine gara anche Inler suggella una prestazione maiuscola con un altro gran goal da lontano. Grande vittoria azzurra, distacco dalla Juventus inalterato ed ora domenica tocca all’Inter affrontare la banda Mazzarri.