Rincari da gennaio 2013

Dic 27, 2012
Rincari da gennaio 2013

Circa 1.500 euro in più di spese per le famiglie italiane a partire da gennaio 2013

rincari

Nuovi rincari in arrivo per le famiglie italiane dopo Capodanno. Già messa a dura prova dall’insostenibile crisi di questi anni, l’economia di migliaia di famiglie italiane dovrà fare i conti con nuovi aumenti che, porteranno a fine anno un aumento complessivo di circa 1.500 euro per famiglia. È questa la drammatica previsione di Adusbef e Federconsumatori. Ad aumentare saranno i servizi usati da migliaia di italiani, da migliaia di persone appartenenti al ceto medio che da qualche tempo sta contando sempre più poveri.

Si parte dal rincaro del canone televisivo Rai, passando per quello delle multe, fino ad arrivare all’aumento delle spese di spedizione postale . Dal primo gennaio, infatti, spedire una semplice cartolina costerà il 15% in più, circa 10 centesimi, mentre spedire una raccomandata costerà 30 centesimi in più. Rincaro maggiore per le multe. Per un divieto di sosta gli automobilisti si troveranno a pagare 3 euro in più, mentre per l’eccesso di velocità ben 9 euro di rincaro. Per chi non mette la cintura di sicurezza la sanzione aumenta di 4 euro e da 152 a 161 euro passa la sanzione per gli automobilisti che usano il cellulare alla guida.

Il canone Rai sarà di 113,50 euro, con un aumento di 1,50 euro rispetto al 2012, che ricordiamo fece registrare anche quell’anno un aumento rispetto all’anno precedente. Anche le società e le aziende saranno messe a dura prova. Per avere un conto corrente dovranno, infatti, pagare 26,2 euro in più. Rincari previsti anche per il deposito “Bancoposta” e per i bonifici. Tra rincari dei generi alimentari, trasporti, servizi postali e bancari, carburanti, assicurazione auto, tariffe autostradali, tariffe energetiche, tasse scolastiche e canone Rai la spesa di ogni famiglia aumenterà di 1.490 euro.

Vota questo articolo!

Cosa ne pensi di "Rincari da gennaio 2013"?