Edizione di lunedì 24 Giugno 2019 | Home - Redazione - Disclaimer - Cookie Policy e Privacy Policy

Bambino di 7 anni, malato di cancro, realizza una “meta” con la sua squadra del cuore

Nebraska-Cornhuskers

A volte accade. In un Italia dove lo sport più seguito, il calcio, regala solo scontri e tafferugli fuori dagli stadi, fa da contraltare quanto successo negli Stati Uniti, in uno degli sport più seguiti della nazione americana, il football. E’ la storia di Jack Hoffman, un bambino di 7 anni malato di cancro. Il male, al cervello, gli è stato diagnosticato il 22 aprile 2011. Da allora, è stato un calvario: due operazioni subite e ora una chemioterapia che durerà settanta settimane e che inizierà tra quindici giorni. Nel frattempo, in queste due settimane di “vacanza”, ha avuto il tempo di realizzare il suo sogno. Lo scorso sabato la sua squadra del cuore di football americano, i Nebraska Cornhuskers, lo ha convocato per una partita amichevole. Nell’ultimo quarto del match, il coach Bo Pelini, dopo aver chiamato un time-out, lo ha fatto entrare, tra le urla festanti del pubblico. Il piccolo, completo numero 22 sulle spalle, ha ricevuto palla dal quarterback e ha realizzato il touchdown più emozionante e commovente nella storia del football americano. I sessantamila presenti al Memorial Stadium hanno esultato come mai prima di allora.

Una storia che commuove, da cui prendere esempio. A volte, basta un piccolo gesto per rendere felice un bambino.

Grazie, Nebranska Cornhuskers.