Edizione di lunedì 11 Novembre 2019 | Home - Redazione - Disclaimer - Cookie Policy e Privacy Policy

Calcolo della cessione del quinto

cessione del quinto

La cessione del quinto è una specifica tipologia di prestito che può costituire un punto di riferimento importante. Di solito ne usufruiscono i lavoratori dipendenti e i pensionati, che possono contare su un’entrata fissa mensile. La cessione del quinto si basa sulla possibilità di ottenere un finanziamento, la cui restituzione avviene trattenendo direttamente le rate dallo stipendio o dalla pensione. La regola fondamentale da rispettare consiste nel fatto che ogni rata mensile non può essere più di un quinto dello stipendio o della pensione al netto. Ma come si effettua il calcolo della cessione del quinto? Vediamo alcune informazioni specifiche che ci possono aiutare ad avere un’idea.

Il calcolo della cessione del quinto

Ecco un approfondimento sul calcolo della cessione del quinto https://www.prestitisenzabusta.it/calcolo-cessione-del-quinto/. Come si può vedere anche in questo esempio, per calcolare il quinto dello stipendio o della pensione, bisogna procedere attraverso diverse fasi.

Innanzitutto dobbiamo calcolare lo stipendio netto mensile, per ottenere la cifra netta. Dobbiamo individuare alcune voci extra dello stipendio, come per esempio possono essere gli assegni familiari o la retribuzione per le ore dello straordinario. Tutti questi elementi devono essere sottratti dalla retribuzione lorda.

Una volta ottenuta la cifra netta, quest’ultima si deve moltiplicare per il numero di mensilità di un anno. Il numero delle mensilità dipende dal nostro contratto di lavoro. Generalmente si tratta di 13.

Ottenuto il risultato, dobbiamo dividerlo per 12. Alla fine dividiamo per 5 la somma ottenuta. In questo modo possiamo sapere a quanto ammonta il quinto massimo cedibile e quindi possiamo avere un’idea sull’ammontare delle rate che verranno trattenute ogni mese per la restituzione del debito.

Come sapere la massima rata rimborsabile

Gli esperti sulla cessione del quinto raccomandano sempre di fare una certa attenzione nel momento in cui si richiede questa tipologia di finanziamento. La raccomandazione è quella di visionare un preventivo, che possa dare un’idea più precisa, in modo da riscontrare anche se abbiamo le capacità di rimborso.

Il preventivo ci può dare un’idea dettagliata, per operare un confronto anche con il nostro budget mensile a disposizione.

Se in particolare vogliamo sapere quale sarà la massima rata rimborsabile, dobbiamo agire sempre sul valore dello stipendio netto, dividendolo per 5. In questa maniera otterremo l’importo della rata massima da applicare al finanziamento.

A questo punto dobbiamo moltiplicare l’importo per tutta la durata del rimborso. Così possiamo scoprire quello che in gergo tecnico viene chiamato il montante, ovvero la somma totale da rimborsare. Il montante comprende varie voci. Oltre al capitale, sono compresi gli interessi, le spese per l’assicurazione obbligatoria e rientrano nella stessa cifra anche eventuali costi extra da sostenere.

Un esempio pratico di calcolo

Consideriamo per esempio una situazione specifica in cui un lavoratore abbia uno stipendio netto che corrisponde a 2.000 euro al mese. Per sapere la rata massima da applicare, dividiamo la cifra di 2.000 euro per 5, ottenendo come risultato 400 euro.

Mettiamo il caso poi che la durata del rimborso corrisponda a 4 anni, per un totale di 48 mesi. Per calcolare il montante dobbiamo moltiplicare la cifra di 400 euro per 48 mesi. Otteniamo così un importo complessivo di 19.200 euro.

Se ci interessa, possiamo sapere anche quale sarà la somma netta che percepirà quel determinato lavoratore che abbiamo preso come esempio nel corso della durata del prestito. Possiamo calcolare questo valore piuttosto facilmente.

Infatti dobbiamo semplicemente sottrarre dal montante, che, come abbiamo detto, nel nostro caso corrisponde a 19.200 euro, le spese extra.

Lo stesso discorso vale se vogliamo fare i calcoli per la cessione del quinto della pensione. In ogni caso la regola fondamentale da rispettare in questa tipologia di finanziamento consiste nella possibilità di non superare una certa soglia di rimborso, in modo da dare la possibilità al lavoratore o al pensionato che usufruiscono della cessione del quinto di vivere tranquillamente con una certa cifra ogni mese.

La cessione del quinto comporta anche la stipula di un’assicurazione obbligatoria che si riferisce alla copertura di rischio per la vita e rischio per l’impiego. Anche l’importo dell’assicurazione deve essere tenuto in considerazione, perché rientra perfettamente all’interno di quelle spese extra che possono influenzare di molto il calcolo finale che otteniamo. Considerando tutti questi elementi, possiamo avere un’idea precisa che ci fa rendere conto delle nostre capacità di solvibilità mensili.